Approvato in via definitiva il nuovo Regolamento sulle produzioni biologiche


Dopo il via libera del mese scorso in Parlamento Europeo, il 23 maggio gli Stati membri Ue hanno dato l'ok definitivo in Consiglio alle nuove regole sui prodotti da agricoltura biologica. In Parlamento Europeo tutti i parlamentari italiani avevano votato contro il nuovo regolamento e dal mondo agricolo italiano, sia biologico sia convenzionale, erano state sollevate numerose critiche

La decisione del 23 maggio del Consiglio di adottare il testo del regolamento che stabilisce nuove norme in materia di agricoltura biologica – si legge in una nota dell’Agenparl  - elimina l’ostacolo finale per la modernizzazione del settore e l’armonizzazione delle norme riguardanti la produzione biologica sia all’interno dell’Unione europea che nei paesi terzi.

Parlando dopo che il Consiglio aveva approvato il testo del regolamento oggi, Phil Hogan , commissario per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, ha dichiarato:

“Oggi è un giorno per il quale molte persone hanno lavorato duramente e hanno dimostrato una pazienza tremenda: l’approvazione da parte del Consiglio del testo del regolamento consente ai produttori biologici esistenti e potenziali di pianificare con fiducia e certezza sulla base di nuove regole che entraranno in vigore il 1 ° gennaio 2021.

Il settore biologico ha acquisito un’importanza sempre maggiore – con una crecita del 125% negli ultimi dieci anni. Tale crescita è stata però compromessa da regole che non erano più adatte allo scopo. Uno dei grandi successi della politica agricola comune e della legislazione agricola associata è stata la sua capacità di adattarsi per affrontare nuove sfide e opportunità.

Il settore biologico europeo è su una traiettoria ascendente e il presente regolamento sosterrà la crescita del settore fornendo un quadro legislativo adeguato.

I produttori, gli operatori e i partner commerciali hanno ora due anni e mezzo per adeguarsi al nuovo quadro legislativo, anch’esso concepito per proteggere gli interessi dei consumatori europei. Il nuovo contesto legislativo è favorevole alla crescita e contribuirà a far sì che questo settore sempre più importante e mainstream raggiunga il suo indubbio potenziale, sulla base del principio di parità di condizioni’’.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome