In discussione nuove norme contro l’abuso di antibiotici in zootecnia convenzionale


Il Consiglio Agricoltura sta esaminando due proposte legislative che mirano a contrastare le pratiche agricole che tanto contribuiscono alla diffusione di microrganismi resistenti alla azione degli antibiotici

A metà dicembre il Consiglio dei ministri dell'Agricoltura dell'Ue – si può leggere in un articolo di Euractiv - ha discusso del pacchetto sui medicinali veterinari e sui mangimi medicati, presentato nel settembre 2014 dalla Commissione europea. Le due proposte legislative che compongono il pacchetto rispondono alla necessità di aggiornare l'attuale normativa Ue e rientrano nell'ambito degli sforzi dell'Unione contro la resistenza antimicrobica.
La proposta sui medicinali veterinari mira infatti ad evitare l'uso eccessivo di antibiotici, una delle principali cause della diffusione di microrganismi resistenti alla loro azione, con gravi rischi per la salute pubblica.  Tra le ipotesi in discussione, quella di limitare l’autorizzazione e l’uso per gli animali di determinati agenti antimicrobici riservati alla cura delle infezioni umane, ma anche l'introduzione di maggiori controlli, o di divieti, sulle vendite online di questi medicinali.
Il tema della resistenza antimicrobica interessa anche la proposta sui mangimi medicati, che rappresentano un'importante via di somministrazione di farmaci agli animali. Il testo proposto dalla Commissione europea, che includerebbe nel suo campo di applicazione anche gli animali da compagnia, prevede il divieto di utilizzo preventivo dei mangimi medicati o di loro impiego come promotori della crescita e limiti precisi per i residui di medicinali veterinari nei mangimi ordinari, che permettano di evitare lo sviluppo della resistenza antimicrobica.
Dopo essersi concentrati sugli aspetti tecnici del pacchetto, ribadendo l'intenzione di approvare congiuntamente le due proposte legislative, i ministri Ue sono ora pronti a definire un testo di compromesso. Al Parlamento europeo, intanto, la commissione Agricoltura lavora al progetto di relazione sui mangimi medicati, affidato all'eurodeputata Clara Eugenia Aguilera Garcìa, mentre il responsabile del progetto di relazione sui medicinali veterinari è l'europarlamentare della commissione Ambiente Françoise Grossetête.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here