Il mercato europeo del vino biologico, strategie per lo sviluppo e l’internazionalizzazione


Se ne discute, in una tavola rotonda promossa da Federbio, lunedì 11 aprile dalle 15.00 alle 17.30 al Centrocongressi Arena della fiera di Verona

Wine Monitor prevede che nei prossimi anni assisteremo a un processo di premiumization, con il rafforzamento del trend di preferenza di vini di fascia più alta (e con un aumento del prezzo medio). Negli ultimi anni i mercati internazionali stanno vedendo cambiamenti importanti: il consumo non solo di food, ma anche di beverage sta cambiando e vira verso stili più responsabili e salutari.
Nuovi consumatori sono alla ricerca di vini biologici o biodinamici, di vini vegani piuttosto che senza solfiti, dimostrando la disponibilità a riconoscere un premium price per prodotti di qualità e con garanzie più elevate per la salute umana e ambientale.
Le prospettive di mercato per i vini prodotti in modo sostenibile e politiche agricole comunitarie stanno stimolando sempre più aziende vitivinicole ad avviare la conversione bologica dell'intera produzione o di parte di essa.
Il mercato biologico esprime però caratteristiche del tutto particolari, diverse da quello a cui sinora erano abituate le imprese.
 In questo quadro FEDERBIO promuove una tavola rotonda per discutere quali siano le attività per favorire l’internazionalizzazione, quali siano le attese di consumatori, produttori e trade, e le prospettive di ulteriore sviluppo, mettendo a confronto le esperienze di player internazionali di assoluto livello.
 
Scarica qui l'invito

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here