Il Consiglio comunale cancella il voto contro i pesticidi


Lo scorso settembre il 75% dei votanti aveva detto sì a un referendum che chiedeva di vietare l’uso dei pesticidi all’interno dei confini comunali. Il 20 gennaio una riunione del Comitato promotore deciderà “le azioni, anche legali, da intraprendere”

A Malles (BZ) Comune di 5000 abitanti della Val Venosta lo scorso settembre hanno votato a maggioranza contro i pesticidi in un referendum indetto dopo la raccolta delle firme effettuata da un comitato di cittadini (Leggi su Informabio). Nei giorni scorsi però il Consiglio comunale ha votato contro l’inserimento del divieto d’uso dei pesticidi nello statuto comunale. In un’intervista pubblicata dal sito “Pesticidi no grazie”, Johannes Fragner-Unterpertinger, Portavoce del Movimento contro i Pesticidi sul territorio di Malles –Alta Val Venosta, ha spiegato così l’accaduto: “Per rendere valida o meno una normativa serve la presenza alla prima lettura di 2/3 del Consiglio Comunale (14 voti). Alla seconda e terza votazione bastano 11 voti positivi. Quindi i 20 consiglieri che lo compongono si sono espressi  così: nove hanno votato si (a nostro favore quindi), uno ha dato voto contrario, sei si sono astenuti, quattro non si sono presentati. È semplicemente scandaloso”. In questo modo è stato vanificato il voto dei cittadini che a larghissima maggioranza aveva risposto sì: il 75% dei votanti, che sono stati il 69% degli aventi diritto. “Il 20 gennaio ci troveremo come Comitato – annuncia il portavoce - alla presenza dei nostri avvocati. Poi vedremo che tipo di azioni, anche legali, intraprendere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here