Ifoam UE: valuteremo l’impatto della riforma sugli operatori


La Federazione europea dei movimenti per l’agricoltura biologica prende tempo per un giudizio di merito sulla riforma del regolamento appena varato dalle istituzioni europee, ma critica il metodo troppo frettoloso e lo scarso coinvolgimento dei soggetti coinvolti: consumatori, operatori, associazioni

A fine giugno – scrive in un comunicato stampa Ifoam UE -, dopo più di tre anni di negoziazioni, le tre istituzioni europee – la Commissione, il Consiglio e il Parlamento – sono arrivate a un accordo provvisorio sul Regolamento europeo sull’agricoltura biologica. Il testo ora dovrà passare l’esame minuzioso degli Stati Membri e del Parlamento.

Il presidente di Ifoam UE Christofer Stopes ha detto: “Riconosciamo il grande sforzo messo in atto dalla Commissione, dal Parlamento e dal Consiglio per migliorare il testo. Negli ultimi 15 giorni, sono stati fatti dei progressi, ma ci rammarichiamo della fretta con la quale il processo è stato concluso e che la discussione su importanti questioni politiche sia stata rinviata”. E ha aggiunto: “Se i ‘portatori di interessi’ fossero stati coinvolti maggiormente e in modo più trasparente nella fase iniziale della revisione, il processo avrebbe potuto essere più efficace e il testo avrebbe risposto maggiormente ai bisogni dei consumatori biologici e del movimento per il biologico”.

Sabine Eigenschink, vicepresidente di Ifoam UE per il Regolamento e la Certificazione ha detto: “Le principali preoccupazioni del movimento per il biologico sono state ripetutamente comunicate alle istituzioni coinvolte nella negoziazione trilaterale. Noi ora vogliamo valutare il contenuto tecnico del testo, il modo in cui può essere attuato e l’impatto che avrà sugli operatori del settore biologico e sulle procedure di controllo nell’UE e nei paesi terzi. Ci piacerebbe di vedere un regolamento che sostiene il settore agro-alimentare biologico in tutti i paesi dell’UE inclusi quelli che non sostengono l’ultima proposta”. (Traduzione F. T.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here