Un “abito” di pasta e di verdura e sotto… golosi ripieni di pesce, cereali, ortaggi, o perché no, di frutta. Zenzero, coriandolo, semi di papavero e altre spezie e aromi, rendono ancor più accattivanti queste delizie “vestite” che nascondono a prima vista il loro prezioso e gustosissimo contenuto.

Come avviene per l’uomo, in cui la funzione degli indumenti è quella di proteggerlo dai fattori ambientali, così anche cucinare i cibi avvolgendoli in un involucro è da sempre servito a preservarli dagli agenti esterni, in primo luogo la cottura e le trasformazioni chimiche e organolettiche a essa collegate. Ma se questa è stata l’esigenza primaria in un passato dove non esistevano ancora i moderni strumenti da cucina, con il tempo l’involucro esterno ha assunto la stessa importanza del ripieno, diventando una preparazione gastronomica ricercata.
Ravioli, tortelli, torte, sfoglie, crespelle, bocconcini, paste ripiene, calzoni, panzerotti, un’infinità di proposte che la cucina italiana ha saputo valorizzare e rendere variegate e appetitose.

Consigli e segreti per un “abito” da maestro

  • Per evitare di far seccare l’impasto, copritelo con un panno umido o conservatelo in una ciotola coperta.
  • Usate preferibilmente un mattarello di legno per stendere l’impasto che rimarrà così molto più ruvido. Ne guadagnerà il sapore della pasta e sarà meglio trattenuto il ripieno.
  • Bagnate leggermente i bordi della pasta per essere sicuri di saldare bene le estremità. Se però l’impasto è già abbastanza umido se ne può fare a meno.
  • Per le pastelle: fate riposare per almeno un’ora le pastelle liquide. Se si formano dei grumi di farina frullate brevemente con un frullatore a immersione, lasciando poi riposare più a lungo l’impasto. È preferibile utilizzare sempre un unico padellino antiaderente per la preparazione delle crespelle, non lavandolo mai con acqua, ma pulendolo con semplice carta assorbente.
  • Le crespelle vuote possono essere preparate con grande anticipo e conservate in frigorifero per 2-3 giorni o nel congelatore per 1-2 mesi, dopo averle ben coperte e separate singolarmente con un foglio di carta da forno, in modo da scongelarle velocemente.

Idee veloci in sfoglia

La pasta sfoglia consente di preparare squisiti stuzzichini. Spennellatela con uovo sbattuto e cuocete per 5-6 minuti in forno caldo a 200 °C. potete farcirla con:

  • Dadini di speck con radicchio rosso affettato.
  • Bresaola avvolta su cubetti di gorgonzola dolce.
  • Verdura cotta avanzata schiacciata e mescolata con formaggi morbidi.
  • Macedonia di verdure insieme a mollica di pane sbriciolata.
  • Dadini di pomodorini e carciofini sott’olio con parmigiano reggiano a scaglie.
  • Gorgonzola piccante mescolato a noci tritate.
  • Salmone affumicato con sottili fettine di mela.

Vi proponiamo una gustosa scelta di idee per dare una sferzata di vitalità alla cucina di tutti i giorni.

Fagottini di lattuga al farro e salsa di cannellini allo zenzero
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Fagottini di melanzane con ceci e zucchine
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Ravioli di triglia alle erbe
Difficoltà: Media
Preparazione: 60 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Grazia Balducci

Crespelle alla birra con ripieno di funghi
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Foglie di vite ripiene di riso e menta
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Zucchine ripiene di miglio, seppie e ortaggi
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Crespelle saracene con ripieno di pere alle nocciole
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here