Variazioni in cucina
Gnocchi alla romana per tutti


Oggi gnocchi... alla romana! La ricetta è semplice ma buonissima e con qualche variante la si può adattare a esigenze diverse. Ecco, oltre alla versione classica, le nostre proposte: light, vegan e senza glutine

Morbidi, delicati, nutrienti gli gnocchi alla romana sono un classico della cucina italiana. L’abbinamento di semolino, latte e parmigiano ne fa un piatto unico e riscaldante, ricco di calcio, particolarmente gradito ai bambini. Insieme alla ricetta tradizionale vi proponiamo tre gustose variazioni, studiate per soddisfare chi ha esigenze nutrizionali diverse.

Versione light

Gnocchi alle erbe
Per alleggerire la ricetta di calorie e grassi, cuocete il semolino nel latte scremato e senza aggiungere il burro, poi dimezzate la quantità di formaggio, e prima di gratinarli ungete gli gnocchi spennellandoli con 25-30 ml d’olio. Potete dare un tocco di sapore in più aggiungendo al semolino, poco prima di levarlo dal fuoco, un cucchiaio di rosmarino e timo tritati finemente oppure cospargendo gli gnocchi con 30 g di semi di sesamo leggermente tostati e tritati. In quest’ultimo caso, infornate gli gnocchi a una temperatura di 200 °C per non rischiare di bruciare i semi di sesamo.

Versione vegan

Gnocchi al pomodoro
Ingredienti per gli gnocchi: 250 g di semolino, 1 mazzetto misto di prezzemolo, salvia e rosmarino, 1 l di brodo vegetale, 4 cucchiai d’olio, sale, noce moscata.
Per la salsa: 400 g di polpa di pomodoro, 1 cipolla ramata piccola, 1 spicchio d’aglio, 1 peperoncino privato dei semi (facoltativo), 1 rametto di rosmarino, 3-4 cucchiai d’olio, sale.
Preparate il brodo, unite un cucchiaio d’olio, e quando bolle versatevi a pioggia il semolino, insaporite con una grattugiata di noce moscata, salate se serve e procedete come nella ricetta base. Rosolate in poco olio l’aglio e la cipolla tritati, unite la polpa di pomodoro, il rametto di rosmarino, una presa di sale ed eventualmente il peperoncino; mettete il coperchio e cuocete a fiamma media per una ventina di minuti. Alla fine controllate il sale ed eliminate il peperoncino. Ritagliate gli gnocchi e adagiateli in una pirofila oliata leggermente sovrapposti. Scaldate 3 cucchiai d’olio in un padellino, unite 2 cucchiai di un trito ottenuto dal mazzetto di prezzemolo, salvia e rosmarino e lasciate insaporire per 3-4 minuti a fiamma bassa. Versate questo intingolo sugli gnocchi e infornateli a 220 °C per circa 15 minuti. Serviteli ben caldi con salsa di pomodoro a parte.

Versione senza glutine

Gnocchi di mais e riso
Sostituite il semolino con 125 g di farina di mais a cottura rapida e 125 g di farina di riso (proporzioni che potete variare a seconda del vostro gusto) utilizzando, per il resto, gli stessi ingredienti suggeriti precedentemente, sia nella versione originale che in quella light. Con quest’ultima, le calorie scendono a 380. Se invece preferite la farina di mais da sola, dosatene 240 g (sempre del tipo a cottura rapida) e procedete come descritto nella ricetta base.

Ecco la ricca versione classica.

Gnocchi alla romana
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here