Farina di manitoba


    Si ottiene dall’omonimo frumento, una varietà eccezionalmente ricca di proteine che genera quindi molto glutine. Il nome manitoba deriva dalla zona in cui inizialmente veniva coltivato e dalla tribù indiana che originariamente ci abitava. Indipendentemente dalla varietà impiegata, oggigiorno si definisce manitoba qualunque farina con un contenuto proteico elevato. Il manitoba non rientra nella famiglia dei grani duri o teneri, bensì in quelli semiduri. Questa farina si presta con ottimi risultati per la preparazione di dolci a lunga lievitazione e ricchi di grasso: panettoni, pandori, colombe, oppure per migliorare le farine eccessivamente deboli. E’ inoltre la più indicata per la preparazione del seitan.

    Grissini al mais e rosmarino

     

    « Back to Glossary Index

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Inserisci il tuo nome