G7 agricoltura: tutela dei redditi e gestione delle migrazioni


Gli argomenti sul tavolo saranno, infatti, la tutela del reddito dei produttori di fronte alle crisi di mercato o legate alle calamità naturali e ai cambiamenti climatici, ed il ruolo della cooperazione agricola nella gestione delle migrazioni. Il summit è preceduto da una settimana di eventi dedicati ai temi dell'agricoltura e del diritto al cibo. Fra cui quello dedicato all'agricoltura biologica come modello di sistemi agricoli sostenibili in grado di nutrire il mondo

I 7 Grandi si incontrano per discutere di Politiche agricole a livello planetario. Il Summit – si legge in una nota dell’agenzia AdnKronos - è fissato per sabato e domenica prossimi, 14 e 15 ottobre, a Bergamo, nello storico Palazzo della Ragione, luogo simbolo della città. A fare gli onori di casa sarà il ministro Maurizio Martina che incontrerà i suoi omologhi di Giappone, Francia, Germania, Canada, Regno Unito e Stati Uniti. Al summit parteciperanno anche i rappresentanti dell'Unione europea, dell'Unione Africana, di Fao, Ocse, Ifad e World Food Programme (Wto).

Gli argomenti sul tavolo della due giorni saranno la tutela del reddito dei produttori di fronte alle crisi di mercato o legate alle calamità naturali e ai cambiamenti climatici, ed il ruolo della cooperazione agricola nella gestione delle migrazioni.

Le crisi di settore che stiamo vivendo non sono più dovute solo al mercato ma anche ai fenomeni naturali, come i terremoti, e i cambiamenti climatici. Questo impone una riflessione e spinge i Governi ad agire da subito per fornire strumenti concreti agli agricoltori e tutelare il loro reddito in tutto il mondo. È il momento delle risposte. Basti pensare anche ad un'altra grande questione globale, quella delle migrazioni, che saranno al centro anche della giornata mondiale dell'alimentazione della Fao di quest'anno in programma lunedì 16 ottobre a Roma e alla quale parteciperà Papa Francesco.

Intanto, da domani Bergamo si può dire che diventerà "capitale" mondiale dell’agricoltura e del diritto al cibo con un vero e proprio festival con decine di eventi, laboratori e convegni che accompagneranno il G7 durante tutta la settimana. Focus specifici si svilupperanno su temi cruciali come la sicurezza alimentare, il biologico, le azioni da intraprendere per raggiungere l’obiettivo fame zero, innovazione, ricerca, promozione e valorizzazione delle filiere e dei prodotti di qualità certificata, sviluppo sostenibile.
IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI DEI PROSSIMI GIORNI

MERCOLEDÌ 11, GIOVEDÌ 12 E VENERDÌ 13 OTTOBRE (Aula Magna, Università degli Studi di Bergamo, S. Agostino e Chiostri)
AGROGENERATION

Agrogeneration Bergamo è un evento del CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) e Future Food Institute dedicato all'innovazione della filiera agroalimentare, con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, organizzato in collaborazione con Vazapp.
Bergamo sarà una tappa fondamentale di un viaggio che ha attraversato l'Italia (Catania, Milano, Bologna), un incontro tra le comunità coinvolte lungo questo cammino e i network internazionali. Tre giorni di incontri, approfondimenti e confronti con studenti, ricercatori, agricoltori, startupper, imprese, esperti del settore con l'obiettivo di creare occasioni di crescita collettiva. I temi principali che saranno trattati spaziano dal territorio (diffusione e tutela del Made in Italy e i valori delle filiere) all'importanza dell'educazione alimentare, fino ad arrivare al ruolo cruciale della ricerca.

STARTUP SHOWCASE (giovedì 12-venerdì 13 ottobre)
Che cosa fanno i giovani startupper per affrontare i problemi legati al cibo? Con l'obiettivo di mostrare come la tecnologia digitale stia facendo la differenza nel settore agroalimentare, gli startupper mostreranno le loro soluzioni tecnologiche e i loro modelli di business.

AGRICULTURA E DIRITTO AL CIBO
CONTADINNER (giovedì 12 ottobre - dalle 18.30 alle 21.00)
La Contadinner di Vazapp è un'agorà che mette storie e persone al centro, nata per accogliere giovani che, grazie alla relazione e allo scambio di sapere, possono diventare fermento e stimolo per la comunità. Un'occasione di confronto, approfondimento e scoperta in pieno stile contadinner sui temi della sostenibilità nella filiera agroalimentare.

CREA RACCONTA (venerdì 13 ottobre)
In un'economia basata sulla conoscenza, l'allargamento della ricerca scientifica è fondamentale. I ricercatori del CREA parleranno delle proprie ricerche e dei risultati raggiunti.

FUTURE IS NOW! (venerdì 13 ottobre)
Dall'Agricoltura alle Scienze della Vita, abbiamo raggiunto un nuovo stadio di consapevolezza su ciò che impatta quotidianamente l'esistenza umana: il cibo. La conferenza di chiusura di Agrogeneration vedrà coinvolti grandi esperti internazionali che parleranno delle ultime frontiere dell'innovazione agroalimentare, dell'importanza della ricerca scientifica per far fronte alle grandi sfide del nostro tempo, per culminare con focus specifico sul ruolo del nostro Paese su questi temi, dopo Expo, con Human Technopole.

GIOVEDÌ 12 ottobre (ore 10:00 - Aula Consiliare, Palazzo Frizzoni)
IL BIOLOGICO COME MODELLO DI SISTEMI AGRICOLI SOSTENIBILI - A 2 ANNI DALL'EXPO L'ATTUALITÀ DELLA CARTA DEL BIO "IL BIOLOGICO NUTRIRÀ IL PIANETA"
L'agricoltura biologica rappresenta l'unica innovazione in campo agricolo e alimentare dell'ultimo secolo basata sulla riscoperta di un approccio ecosistemico, socialmente inclusivo e sostenibile da un punto di vista economico e ambientale. Il suo successo globale è dimostrato dagli oltre 2 milioni di operatori in 164 Paesi che partecipano alla produzione di alimenti impiegando risorse locali, riducendo la dipendenza da fattori di produzione esterni e aumentando la propria resilienza nonostante i cambiamenti climatici. A due anni dalla condivisione della Carta del biologico in Expo Milano 2015 e a partire dalle esperienze dei Paesi del G7 e delle principali organizzazioni internazionali, si discuterà per definire una dichiarazione comune (Carta del biologico di Bergamo) che dia rilievo all'agricoltura biologica come strumento di trasformazione dei sistemi agricoli mondiali.

Saluti istituzionali: Comune di Bergamo, Maurizio Raeli Direttore CIHEAM Bari, Paolo Carnemolla Presidente FEDERBIO, Eduardo Cuoco Direttore IFOAM EU.
Keynote Speech: Carta del biologico di Bergamo "Il biologico nutrirà il pianeta" - Matteo
Bartolini, IOAN
Tavole rotonde: "Il Biologico nell'evoluzione dei sistemi agricoli sostenibili mondiali" (Stefano Bocchi Università Statale di Milano, David Gould per IFOAM International, Luca Bianchi del MIPAAF); "Le esperienze delle organizzazioni bio dei Paesi del G7" (Stéphanie Pageot, FNAB Francia, Chris Atkinson Soil Association Regno Unito, Jan Plagge Bioland Germania, Eva Torremocha IFOAM OI Stati Uniti d'America, Giappone e Canada, Maria Grazia Mammuccini , FEDERBIO Italia).
Conclusioni: Ministro Maurizio Martina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here