Questo l'ho fatto io
Avanza del cioccolato?

cioccolato

Terminata la Pasqua ci si ritrova spesso con quantità piccole e grandi di cioccolato da smaltire. Usatelo per preparare le nostre ricette di praline, tartufi e bonbon che ne esaltano il sapore abbinandolo con semplicità a frutta secca, ricotta, caffè… per un recupero di tutto gusto

Scopriamo insieme qualche modo goloso per riciclare il cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua, in modo da riproporlo sotto altre accattivanti sembianze.

Dolci trucchi da chef

Per fondere il cioccolato, consigliamo sempre di procedere tritando prima a coltello, e poi porlo in un contenitore a bagnomaria, in modo da scaldarlo in maniera uniforme e delicata, senza cuocerlo. Nel caso possediate un forno a microonde, potete utilizzarlo a questo scopo, avendo l’accortezza di procedere gradualmente e a potenza bassa, mescolando di tanto in tanto il cioccolato man mano che si ammorbidisce. Per ottenere una finitura lucida, ad esempio nel caso delle praline bicolore e dei cioccolatini ripieni, vi consigliamo la tecnica del temperaggio, abitualmente utilizzata dai maestri pasticceri: il cioccolato tritato va scaldato a bagnomaria una prima volta fino a raggiungere i 45-50 °C; va poi raffreddato, su di un piano di marmo o anche immergendolo in un bagnomaria freddo, sempre lavorandolo con una spatola fino a portarlo alla temperatura di 26-28 °C. infine va nuovamente scaldato a 30°-31°C. in questo modo otterrete un cioccolato di copertura particolarmente liscio e brillante.

4 ricette per utilizzare il cioccolato avanzato

Rose del deserto al cioccolato, mandorle e goji

Ingredienti per 20 pezzi: 200 g di cioccolato fondente, 60 g di corn flakes integrali non dolcificati, 20 g di mandorle pelate, 20 g di bacche di goji.
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente in una ciotola o pentolino ampio. Quando è pronto, toglietelo dal fuoco. Tritate le mandorle unitele ai corn flackes e alle bacche di goji. Versate gli ingredienti così preparati sopra il cioccolato fuso, mescolando con una spatola in modo da ricoprirli uniformemente. Rivestite una placca con carta da forno e, prelevando delle piccole cucchiaiate di composto dalla ciotola, create tanti mucchietti. In alternativa potete utilizzare pirottini individuali. Mettete i dolcetti a solidificare in frigorifero per almeno 30 minuti, poi potrete consumarli. Si mantengono croccanti in una scatola di latta a temperatura ambiente per una settimana, al riparo da luce e calore.

Tartufini di ricotta, cioccolato e cocco

Ingredienti per 20 pezzi: 150 g di ricotta vaccina compatta, 200 g di cioccolato al latte, 2 cucchiai di cocco rapè, 2 cucchiai di cacao amaro in polvere.
Frullate la ricotta con il cocco, in modo da ottenere una crema liscia. Mettete a sciogliere a bagnomaria il cioccolato al latte, quando è fuso e si è un poco raffreddato, mescolatelo alla crema di ricotta e ponete la ciotola in frigorifero per almeno 30 minuti. Prelevate con un cucchiaino piccole quantità di composto e, con le mani bagnate, formate delle palline, che andrete poi a rotolare nel cacao amaro. Trasferitele nuovamente in frigorifero a solidificare fino al consumo. I tartufini vanno conservati sempre in frigorifero e consumati nel giro di 1-2 giorni, data la presenza della ricotta.

Praline bicolore alla nocciola

Ingredienti per 20 pezzi: 30 nocciole tostate, 200 g di cioccolato fondente, 100 g di cioccolato al latte.
Fate sciogliere, a bagnomaria, la metà del cioccolato fondente, mescolando con cura. Immergete 20 nocciole, una alla volta, nel cioccolato fuso, rotolandole bene con l’aiuto di una forchetta. Quindi ponetele a raffreddare su di un foglio di carta da forno. Fondete il cioccolato al latte e ripetete l’operazione di tuffare le nocciole una a una. Fatele raffreddare. Utilizzate i restanti 100 g di cioccolato fondente, una volta che anche il secondo strato sarà asciutto, per creare l’ultimo strato delle praline, procedendo esattamente come sopra. Tritate in granella le 10 nocciole rimaste. Ultimate il tutto cospargendo la superficie con la granella di nocciole e fate raffreddare, ponendo le praline in frigorifero prima di consumarle. Si conservano in una scatola chiusa al riparo da luce e calore per 2-3 settimane.

Cioccolatini ripieni alla crema di caffè

Ingredienti per 12-15 pezzi: 100 g cioccolato fondente, 50 g di panna di avena o di cocco, 1 cucchiaino di zucchero di canna a velo, 1 cucchiaino colmo di caffè solubile.
Mescolate il caffè solubile con la panna e lo zucchero e mettetelo a raffreddare bene in frigorifero. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato. Quando è pronto, con l’aiuto di un pennello da cucina, ricoprite il fondo e i lati degli stampini in silicone per cioccolatini, quindi riponete in congelatore per una decina di minuti; ripetete poi per una seconda volta l’operazione. Trascorsi circa 30 minuti, versate poco composto al caffè in ciascun stampino, avendo cura di non riempirlo fino all’orlo. Trasferite nuovamente in freezer per 2-3 ore in modo che si solidifichi completamente. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato rimasto nel pentolino e, con l’aiuto di un cucchiaino, versatelo in modo da chiudere ogni formina, facendo attenzione che non rimangano fori. Questa operazione va fatta molto velocemente. Lasciate solidificare i cioccolatini in congelatore per altre 2-3 ore, quindi ponete lo stampo 5 minuti a temperatura ambiente per staccarli e conservateli in frigorifero fino al momento del consumo. Si mantengono per 1 settimana, sempre in frigorifero, in un contenitore chiuso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome