Quando la pancia …lievita (seconda parte)


Se nel post di ieri ho indicato le principali categorie di alimenti che è meglio ridurre  - o meglio, delle quali è meglio ridurre la frequenza di assunzione - ecco, al contrario, quelle che non contengono lieviti, a meno che non vengano fatte lievitare o fermentare, ovviamente. Sotto trovate anche un menu tipo, che può darvi qualche spunto. Insomma, evitare i lieviti non è poi così difficile...

Cereali

Naturalmente tutti i cereali in chicchi, al naturale o sotto forma di fiocchi o soffiati per la prima colazione (anche gli agglomerati come le gallette o le barrette vanno bene). Tutte le paste secche. Le crespelle a base di farina non danno problemi: a differenza di quella al forno, la rapida cottura in padella non permette la lievitazione.

Alimenti proteici

Pesce, carne, legumi (i legumi tendono a fermentare piuttosto rapidamente, perciò consumateli appena pronti), uova. Anche il latte fresco è ok.

Verdura e frutta

Nessuna limitazione (oltre a quelle poche già descritte) purché consumate fresche: una macedonia o un minestra lasciate in frigo già dopo poco tempo iniziano a fermentare.

Bevande

Il tè verde e i normali infusi di erbe secche, che non sono fermentati, sono ok. Tranne le eccezioni riportate, via libera anche alle altre bevande analcoliche.

Dolci

Consigliabili quelli cosiddetti al cucchiaio come creme o mousse (cioè senza farine cotte al forno).

Un giorno senza lieviti: un menu per provare

Colazione

Un frullato di frutta mista senza zucchero

Due gallette di riso con un velo di marmellata

Spuntino

Una spremuta di agrumi

Pranzo

Filetti di pesce bianco alle erbe

con julienne di carote al limone

Spuntino

Una-due noci

Una tazza di tè verde

Cena

Minestra di farro e fagioli

Purè di sedano rapa con limone e prezzemolo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome