Ortaggi light del mese: gli spinaci


Nonostante per il 90% siano costituiti da acqua, gli spinaci si contraddistinguono per una particolare ricchezza di sostanze utili. Oltre alla clorofilla, dalle proprietà antiossidanti e protettive, troviamo le vitamine (A, B, C, E, K) in buone quantità: poco più 100 g di spinaci soddisfano il fabbisogno quotidiano della C, ad esempio. Poi tanti minerali: potassio, calcio, ferro, magnesio, rame, tanto per citarne alcuni. E in effetti come impieghi terapeutici, questi ortaggi spiccano proprio per l’azione mineralizzante, vitaminizzante, tonificante in generale per l’organismo e per il sistema immunitario in particolare. Inoltre sono considerati lassativi e depurativi. Di conseguenza il loro consumo è certamente consigliabile durante una dieta. Va però detto che per sfruttare al massimo le loro proprietà sarebbe meglio consumarli crudi, ossia in insalata - come nella bella ricetta che vedete nella foto - oppure centrifugati. In alternativa, meglio scottarli brevemente al vapore. La loro ricchezza nutrizionale comporta anche un contenuto di acido ossalico che li rende poco indicati in chi soffre di calcolosi renale. Infine, scegliete solo spinaci biologici freschissimi, per ridurre al massimo la quantità di nitrati, fertilizzanti usati nell’agricoltura convenzionale che tendono ad accumularsi nelle foglie.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome