Oro verde: ora sappiamo quanto ce ne serve per vivere in salute


Ok, sappiamo tutti che mangiare "verde" fa bene, però i ricercatori dell'Imperial College di Londra hanno voluto capire il rapporto che esiste tra la dose quotidiana consumata di frutta e verdura e la diminuzione del rischio di ammalarsi. I risultati del loro lavoro, pubblicati sull'International Journal of Epidemiology, confermano una tendenza generale: e cioè che 5 porzioni al giorno sono un obiettivo da raggiungere ma che se si superano è ancora meglio. L'equipe di ricercatori ha analizzato 95 studi scientifici che hanno coinvolto 2 milioni di persone, mettendo in relazione le quantità di vegetali consumati e la presenza di problemi cardiaci, ictus, malattie cardiovascolari, cancro e mortalità prematura. E ha scoperto che, sebbene le 5 porzioni riducano il rischio di ammalarsi, il maggior beneficio si è ottenuto grazie al consumo di 800 g (sempre tra frutta verdura) al giorno.  Il che tradotto in porzioni da 80 g, equivale a 10 porzioni (le odierne 5 porzioni ammontano a 400 g). Grazie a queste 10 porzioni, per fare un esempio, il rischio di ammalarsi di cuore  diminuisce del 24%, del 33% per l'ictus, del 28% per le malattie cardiovascolari, del 13% per il cancro e del 31% per le morti premature.

Qualche consiglio facile per riuscirci

Per consumare 800 g tra verdura e frutta, calcolate grosso modo a ogni pasto principale 250-300 g di ortaggi (vanno bene sia crudi che cotti), preferibilmente alternando nel piatto più varietà di diversi colori. Per la frutta restate intorno alle 2-3 porzioni (da 80-100 g) per un totale di 250-300 g al giorno. Calcolando che una mela grande, un frullato o una bella spremuta valgono per 2 porzioni. E poi potete prendere ispirazione dalle nostre ricette, sempre molto ricche di ortaggi diversi. Come la ricca insalata antiossidante che vedete nella foto!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome