News: una tazza di fragole al giorno leverà la colite di torno?

3 | 3 voto/i

Lo so, parlare ora di fragole può sembrare strano, visto che sono fuori stagione. Faccio un’eccezione perché durante il congresso che si è appena concluso a Boston della American Chemical Society  è stata presentata da un team della University of Massachusetts Amherst una ricerca molto interessante che riguarda questi piccoli frutti rossi. In particolare è stata rilevata una interessante azione antinfiammatoria e anti-colite esercitata da normali porzioni di fragole.

Il frutto intero dà più benefici

Secondo Yanhui Han, il giovane ricercatore che ha condotto lo studio, molti lavori precedenti si sono concentrata sugli effetti dei composti purificati o degli estratti di fragola: "In questi casi si perdono molti altri componenti importanti nelle fragole, come le fibre e i composti fenolici legati alle fibre, che non possono essere estratti dai solventi. Inoltre ha senso studiare gli effetti delle fragole intere perché le persone consumano principalmente i frutti al naturale piuttosto che i loro estratti.”
Riassumendo, i ricercatori hanno somministrato diverse percentuali di polvere di fragole ad animali da laboratorio, sia sani che con una malattia infiammatoria intestinale. E hanno scoperto che il consumo di fragole, equivalente per noi a tre quarti di tazza al giorno, ha soppresso in modo significativo la risposte infiammatoria del colon e alcuni tipici sintomi delle malattie infiammatorie croniche come la perdita di peso o la diarrea.

Preziose per la flora "buona"

Ma la diminuzione dell'infiammazione non era l'unico vantaggio conferito dalle fragole. Come è noto, i processi infiammatori del colon portano a una crescita di batteri nocivi mentre diminuiscono quelli benefici. E l'assunzione di fragole si è dimostrata utile nell’invertire questo fenomeno, migliorando il microbiota intestinale. Il prossimo passo dei ricercatori sarà quello di testare l’effetto delle fragole direttamente su un gruppo di persone con una malattia intestinale cronica. Ovviamente chi soffre di questa condizione (che comprende patologie importanti come il morbo di Chron e la colite ulcerosa) deve sempre stare molto attento ai cambiamenti dietetici e farlo sempre in accordo con lo specialista. Al contrario, per chi saltuariamente soffre di colite o ha a cuore la salute del suo intestino, la buona abitudine di farsi una coppetta di fragole al giorno nella prossima primavera potrebbe diventare un’ottima e salutare abitudine!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome