News: anche gli ossidanti servono alle nostre cellule


Mi sento un po’ in colpa. Quasi tutti i giorni son qui a raccomandare le proprietà antiossidanti (sacrosante!) di frutta e verdura  senza mai dire che il nostro organismo ha bisogno anche di sostanze ossidanti (poche) per funzionare.  A ricordarmelo ci hanno pensato i ricercatori del Joslin Diabetes Center che nel loro lavoro appena pubblicato su Molecular Cell hanno fatto una scoperta molto interessante.

Sappiamo che all'interno del nostro corpo, elevati livelli di forme reattive dell'ossigeno (cosiddetti  ROS) possono danneggiare le proteine e contribuire alle complicanze del diabete e  di tante altre malattie. Ma i ROS  a volte possono aiutare il mantenimento della salute. Nello studio in questione, gli scienziati hanno studiato una proteina nota come IRELAND 1, presente nella membrana esterna del reticolo endoplasmatico (RE). Quest’ultimo è un cosiddetto  organello della  cellula nel quale si sintetizzano le  proteine. Ebbene,  IRELAND1 fa da guardiano alla cellula, attivando l’allarme quando le proteine sintetizzate hanno qualcosa che non va permettendo così alla cellula di prendere misure correttive. Secondo i ricercatori, IRELAND 1, ossia la proteina di membrana, è  anche in grado di reagire alle molecole ossidanti ROS, dando il via a una risposta antiossidante che aumenta la resistenza  cellulare allo stress. In altre parole, un sensore principale di proteine “sbagliate” nel RE risulta essere un sensore principale di ROS, agendo in un percorso molecolare completamente diverso con una funzione completamente diversa. Di  conseguenza, la scoperta mette in evidenza la necessità di considerare le molecole ROS non solo come sostanze demolitrici di proteine ma anche come utili collegamenti nelle catene dei  vari percorsi cellulari. Insomma, se resta vero che troppi ossidanti sono sicuramente tossici, una piccola parte di loro risulta utile per il ruolo  di messaggero cellulare con funzione protettiva. Insomma, le cose non sono mai semplici come vorremmo, specie in biochimica!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome