Cucine in disordine? Attente alla linea!


Beh, lo devo ammettere, questo studio scientifico mi ha colpito in pieno. Come potete vedere dalla foto del mio tavolo della cucina, quando sono sotto pressione l’ordine della mia cucina non è proprio il massimo, con mucchi di pentole che attendono pazientemente di essere riposte nella credenza. Però non avevo mai pensato che una casa disordinata (nel caso in questione, la cucina) potesse influenzare i nostri comportamenti alimentari. Il sospetto è invece venuto ai ricercatori di un’università australiana e una statunitense, autori dello studio pubblicato sulla rivista Environment and Behavior. Riassumendo, oltre 100 ragazze di un college universitario sono state divise in due gruppi: il primo ha passato del tempo in una cucina caotica e rumorosa. Insomma, “disturbante” da vari punti di vista. L’altro gruppo è stato assegnato  a una cucina particolarmente in ordine e pulita. Alla fine a entrambi i gruppi sono stati dati biscotti, cracker e carote. Secondo voi, chi si è buttato sui biscotti ignorando gli altri spuntini più sani? Concludendo, un ambiente sgradevole può abbassare le difese psicologiche e spingerci verso cibi più consolatori e immediati, come, appunto i dolci. Insomma, vale proprio la pena di rifletterci. E per quel che mi riguarda, metto subito a posto le pentole…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome