Bimbi italiani: facciamoli mangiare meglio!


“Indagine nazionale sulle (s)corrette abitudini alimentari di bambini e loro famiglie - il punto di vista dei pediatri”: questo il nome di una interessante ricerca presentata oggi a Milano. Si tratta di un’indagine condotta dal C.I.S.O. (Centro Interdisciplinare per lo Studio dell’Obesità) in collaborazione con un noto marchio di integratori di vitamina B, condotta nel dicembre scorso su circa 1.800 pediatri italiani. Tirando le somme, i risultati che ne escono, purtroppo, non sorprendono più di tanto. Ad esempio, che meno di una famiglia su 5 segue un regime alimentare corretto e che oltre il 50% dei bambini commette errori a tavola. Oppure che nei due terzi dei casi, i genitori non sembrano consapevoli dei potenziali rischi per la salute di un’alimentazione scorretta dei figli. A questo proposito, tra le abitudini inadeguate, ai primi posti troviamo la scarsa o assente assunzione di frutta e verdura (68,3%), il salto della prima colazione (67,6%), la sedentarietà (65,8%) e il consumo eccessivo di alimenti ipercalorici (63,1%). Tutte cattive abitudini che, in maniera diversa, portano col tempo a sovrappeso ed obesità. Ed è triste constatare che il 20% dei bambini, appunto, sovrappeso od obesi, presentino già altri problemi di salute associati ai chili di troppo, (qui trovate i risultati integrali dai quali è tratta l'immagine accanto). Ma l’Italia non doveva essere la patria della dieta mediterranea?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome