Bambini: quale cena quando mangiano a scuola?


Se i bimbi normalmente pranzano alla mensa scolastica, per far loro seguire una dieta equilibrata è necessario adottare alcuni accorgimenti per il pasto serale.

Una dieta variata e colorata

La prima cosa è recuperare il menu scolastico del mese e metterlo in bella mostra in cucina per averlo con facilità a portata d’occhio. La seconda cosa è quella di preparare la cena facendo attenzione a non proporre lo stesso tipo di pasto, né dal punto di vista degli alimenti né delle porzioni. Ovvero, se il bambino a pranzo ha mangiato gli gnocchi al pomodoro e lo spezzatino di carne con le carote, a cena non facciamogli ancora le patate o la carne ma - mettiamo sia autunno - un bel risotto colorato alla zucca – oppure una minestra di orzo e zucca come quella che vedete nella foto - e degli spinaci ripassati in padella con una spruzzata di parmigiano. Gli avrete così assicurato una buona scorta di vitamine antiossidanti e minerali, di cui zucca e spinaci sono ricchi. Un buon e semplice criterio per sfruttare al meglio le qualità di frutta e verdura è quello di variarne il colore. Basandosi sul colore è possibile assicurarsi le diverse proprietà terapeutiche di frutta e verdura, che sono dovute proprio ai loro pigmenti, considerati veri e propri phytochemicals, ovvero farmaci vegetali. Diventa, allora, un’ottima abitudine mettere ogni giorno nel piatto e nel bicchiere dei nostri bambini colori diversi per evitare diete monotone e ripetitive. Utilizzando anche gli spuntini come pause “colorate”: dalla frutta, al naturale o in macedonia, alle spremute di agrumi; dai centrifugati di carote e altre verdure ai succhi di pomodoro per i più grandicelli.

1 COMMENTO

  1. Sì, giustissimo ma….i miei non mangiano nessun tipo di verdura, e come frutta solo mele o banane. Pasta e riso sì ma solo in bianco, se propongo uno dei piatti da lei suggeriti non mangiano nulla…
    E dire che sulla nostra tavola ci sono sempre verdure cotte e crude, cereali integrali, e tanta frutta…come posso fare? hanno 4 e 5 anni

    • Cara Bianca, non si scoraggi, l’esempio positivo dato dai voi genitori avrà certamente un effetto positivo sulle scelte alimentare dei bambini, ma deve avere ancora un po’ di pazienza… Comunque nel post di oggi le ho messo una ricetta “classica” per i bimbi che dovrebbe essere accettata. Mi faccia sapere!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome