Benessere in cucina
Depurarsi con i cibi giusti

disintossicarsi
5 | 1 voto/i

In primavera il fegato è sottoposto a un superlavoro per smaltire le scorie dell’inverno. Aiutiamolo a depurarsi scegliendo gli alimenti che più lo rinforzano

Il fegato svolge numerose funzioni nell’organismo, in particolare è deputato all’eliminazione di farmaci, sostanze tossiche, agenti cancerogeni, alcool, additivi alimentari, insomma tutto ciò che è nocivo alla salute. La primavera è il momento ideale per fare una bella cura per depurarsi. Alcuni alimenti sono molto utili proprio a questo scopo. Eccone una carrellata.

Carote, spinaci, avocado, arance, fragole, patate sono ricchi di glutatione, sostanza fondamentale per la funzione di alcuni enzimi epatici (glutatione perossidasi) con azione antiossidante e depurativa. È importante consumarli crudi o appena scottati perché la cottura distrugge il glutatione. Per migliorarne l’azione, è utile mangiare anche cibi ricchi di selenio (noci del brasile, senape, prodotti ittici, uova, soia, fagioli), elemento necessario alla formazione della glutatione-perossidasi.

Crucifere (broccoli, cavoli, cavolfiori, verze, rucola, ravanello, rafano, sedano rapa, senape, rapa rossa), aglio e cipolle, contengono zolfo, che sostiene la formazione del glutatione e aumentano la capacità antiossidante e depurativa del fegato.

Curcuma e foglie di tarassaco sono dei preziosi alleati per sfiammare e depurare il fegato.

Un centrifugato per depurarsi

Se avete deciso di fare un po’ di depurazione, ecco la ricetta di un centrifugato che aiuta il fegato a spazzare via le tossine, da bere preferibilmente la mattina a digiuno:

  • 1 manciata di foglie fresche di spinaci, rucola e tarassaco
  • 1 carota
  • 10 fragole
  • 1 mela

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here