Da provare le creme spalmabili di autoproduzione, a base di mandorle, arachidi, nocciole, pistacchi e zucca. Ottime per delle semplici tartine, ma anche nelle ricette più elaborate.  Un successo in tavola assicurato: provare per credere!

Sono noti i benefici legati al consumo quotidiano di frutta secca oleosa come noci, nocciole, mandorle, pistacchi e tanti altri. Questi piccoli alimenti sono una vera miniera di minerali, sostanze antiossidanti, vitamine e acidi grassi benefici. Da questi frutti, opportunemente trattati e frullati, si possono ottenere delle deliziose creme spalmabili ideali per farcire pane, fette biscottate, crackers e tartine sia dolci sia salate. Inoltre, possono essere aggiunte a frullati con frutta di stagione, latte vaccino o vegetale, yogurt bianco o per arricchire il gelato fatto in casa.

Al posto del burro
Le creme che vi suggeriamo possono essere utilizzate anche in sostituzione al burro vero e proprio per preparare dolci, come la classica pasta frolla, o per donare friabilità e un aroma intenso a crostate e biscotti. Sono ottime anche se usate nella preparazione di torte lievitate e muffin. Ma non solo nei dolci, le nostre creme aromatizzate sono perfette anche per mantecare i risotti o per dare cremosità a pasta e cereali vari. Possono inoltre trasformarsi in una base insolita per creare salsine di accompagnamento o dressing per insalate, verdure crude e cotte.

Crema di mandorle
Ingredienti per un vasetto da 200 ml

300 g di mandorle

1 Tostate le mandorle in forno già caldo a 180 °C per circa 5 minuti. Se volete preparare una crema di frutta secca a crudo, saltate la fase della tostatura e ammollate la frutta secca in acqua per almeno 8-10 ore, in modo da ammorbidirla ed eliminarne la pellicina.

2 Mettete le mandorle tostate, o ammollate e spellate, nel mixer e frullate per qualche minuto. Otterrete prima una sorta di farina che, a poco a poco, si trasformerà in crema. Fate delle pause per non surriscaldare il composto.

3 Trasferite la crema in un contenitore a chiusura ermetica e conservatela in frigorifero per qualche settimana. Poiché la parte oleosa, molto fluida, tende a separarsi, ricordatevi di mescolarla sempre prima del consumo.

Crema di arachidi al fior di sale 
Ingredienti per un vasetto da 200 ml

270 g di arachidi tostate già sgusciate e spellate,
30 g di malto di riso,
½ cucchiaino di fior di sale

1 Sgusciate e spellate le arachidi, trasferitele nel bicchiere del mixer e azionatelo alla massima velocità per qualche minuto. Otterrete prima una farina che, a poco a poco, si trasformerà in crema.

2 Aggiungete anche il malto, sempre facendo delle pause e aiutandovi con una spatola per amalgamare il tutto e frullate nuovamente. Completate con il fior di sale e date un’ultima frullata.

3 Trasferite la crema in un contenitore a chiusura ermetica e conservatela in frigorifero al massimo per un mese, mescolandolo sempre prima del consumo.

 

Crema di pistacchi e semi di zucca
Ingredienti per un vasetto da 200 ml

200 g di pistacchi sgusciati,
100 g di semi di zucca non tostati né salati,
1 cucchiaio di olio di semi di zucca o extravergine d’oliva delicato,
1 pizzico di sale marino integrale fino (facoltativo)

1 Sgusciate i pistacchi e metteteli a tostare in forno a 180 °C per 5 minuti. Ancora caldi, sfregateli per eliminarne la pellicina, ben distesi su di una placca da forno.

2 Mettete i pistacchi tostati, i semi di zucca e il sale nel bicchiere del mixer e frullateli, per qualche minuto. Aggiungete l’olio e frullate ancora.

3 Trasferite la crema in un contenitore a chiusura ermetica e conservatela in frigorifero per alcune settimane. Nel caso si separasse in fasi, mescolatela prima del consumo.

 

Crema di nocciole e noci del Brasile alla fava tonka
Ingredienti per un vasetto da 200 ml

150 g di nocciole sgusciate,
120 g di noci del Brasile sgusciate,
30 g di sciroppo d’acero,
½ cucchiaino di fava tonka grattugiata (oppure vaniglia naturale in polvere, crema o estratto)

1 Tostate le nocciole in forno a 180 °C per circa 5 minuti. Con un canovaccio sfregatele, per eliminarne la pellicina.

2 Frullate le nocciole tostate e le noci del Brasile, per qualche minuto: aggiungete la fava tonka o la vaniglia e lo sciroppo d’acero e frullate.

3 Trasferite la crema in un contenitore a chiusura ermetica e conservatela in frigorifero al massimo per un paio di settimane. Va mescolata prima del consumo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here