“Consumare cibi freschi e se possibile biologici”


E’ il suggerimento che viene dal congresso degli allergologi per evitare gli effetti indesiderati - fra cui l’aumento di allergie e intolleranze alimentari - derivanti dalla presenza nei cibi di circa 360 additivi fra conservanti, stabilizzanti, coloranti, ecc.

Ogni italiano, anziani e bambini compresi, ogni anno mangia un chilo di additivi alimentari, oltre 3mila sostanze diverse che sono una delle cause di allergie in aumento negli ultimi anni. Lo affermano – riferisce una nota dell’ANSA - gli esperti al congresso nazionale della Società Italiana di Allergologia, Asma e immunologia Clinica (SIAAIC), a Napoli.
Gli additivi alimentari in uso, come conservanti, stabilizzanti, coloranti, sono circa 360, e considerando anche gli aromi sono oltre 3000 le sostanze "estranee" aggiunte al cibo. Gli allergici o intolleranti agli additivi sono il 4% di chi non tollera uno o più cibi. Poco meno di 100.000 persone, sottolinea Giorgio Walter Canonica, presidente SIAAIC, ma il numero è in aumento. "Il metodo migliore per evitare molti degli additivi - spiega - è consumare prevalentemente cibi freschi e se possibile di coltivazione biologica".
Fra le allergie 'nascoste' segnalate al congresso c'è anche quella al nichel, presente naturalmente in molti cibi. Circa 5 milioni di italiani hanno sintomi generalizzati mangiando legumi, cioccolato o noci. Per questi pazienti SIAAIC avvierà corsi di formazione dedicati a ristoratori e gestori di esercizi alimentari che si terranno in tutta Italia. "L'obiettivo - osserva Mario Di Gioacchino, vice presidente SIAAIC - è rispondere anche alla raccomandazione del Regolamento Europeo che suggerisce la presenza di personale formato ad affrontare le allergie tra gli addetti al pubblico".

 

http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/alimentazione/2016/04/15/ogni-anno-un-chilo-di-additivi-nel-piattoaumentano-allergie_364cd650-d537-4439-9cfc-877edef713c0.html

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here