Raccolti durante tutta l’estate, i cetrioli, con il loro potere purificante e disintossicante, sono ottimi per arricchire le insalatone estive o per preparare freschi e ipocalorici antipasti…

5 ricette con i cetrioli: Cetrioli sott'aceto della nonna - Insalata di carote, cetrioli e olive allo yogurt - Raita di cetrioli - Spaghetti di cetrioli e sedano con cacioricotta e menta - Tartare d'orata con soncino e cetrioli

I cetrioli, appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee, per il loro sapore possono essere considerati simili all’anguria. Sono i frutti ancora immaturi del cetriolo e hanno una forma caratteristicamente allungata e arrotondata alle estremità, spesso sono muniti di ispidi tubercoli superficiali.
Benché non siano stati trovati allo stato selvatico, i cetrioli sono ritenuti con buona probabilità originari dell’India, o più estensivamente dell’Asia tropicale. Da oltre 3000 anni sono entrati nell’alimentazione dei popoli orientali e dall’Oriente hanno raggiunto, ancora in epoche antichissime, l’Europa orientale.
Chi abbia mangiato anche una sola colta i cetrioli, si sarà reso conto che tali ortaggi sono tutto tranne che nutrienti e sostanziosi. La loro ricchezza di acqua, una delle maggiori fra i prodotti del regno vegetale, fa sì che il contenuto di nutrienti e di fibre sia estremamente basso, al punto che li si potrebbero quasi considerare al limite fra il cibo e la bevanda. Pressoché privi quindi di valore energetico, i cetrioli sono i classici ortaggi estivi rinfrescanti, dissetanti e apportatori di minerali, acidi organici e vitamina C. Ovviamente è indicato nelle diete ipocaloriche e dimagranti.

Buono a sapersi

I cetrioli si consumano quasi esclusivamente crudi, specialmente quando sono ancora immaturi, e i frutticini giovanissimi sono adatti per la preparazione sott’aceto o per la fermentazione in salamoia.
Anche i cetrioli, al pari dell’anguria e del melone, possono risultare indigesti per alcuni, soprattutto se combinati con altri alimenti in pasti piuttosto complessi. Bisogna ricordare che affettato, cosparso di sale marino e lasciato scolare per un giorno, diventa più digeribile.

Ecco alcune proposte da gustare nelle giornate più calde.

Cetrioli sott'aceto della nonna
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Piera Gatti

Insalata di carote, cetrioli e olive allo yogurt
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Raita di cetrioli
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 0 minuti

Spaghetti di cetrioli e sedano con cacioricotta e menta
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Tartare d'orata con soncino e cetrioli
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here