Consumi diversi

Altri usi del cibo…


Lavori manuali creativi, bricolage, cura della casa: le materie prime, oltre che in colorificio, si trovano anche in dispensa o in frigorifero. Ecco alcune “ricette” semplici e divertenti per usare gli alimenti in modo non alimentare

Molti alimenti sono ricchi non solo di sostanze nutrienti ma anche di principi attivi coloranti, detergenti, antimicrobici, antiparassitari e così via. Il vantaggio nell’uso degli alimenti per il bricolage e la cura della casa è evidente: si usano materie prime semplici, economiche, facilmente reperibili e soprattutto innocue, cioè del tutto atossiche, per l’uomo e per gli animali domestici, e naturalmente a bassissimo impatto ambientale. I risultati sono sorprendenti, considerando anche la facilità delle ricette che vi proponiamo. Usando gli alimenti per usi non alimentari si ha poi la soddisfazione di creare prodotti originali, trasformandosi per un attimo in novelli alchimisti. Vi consigliamo di coinvolgere anche i bambini in questa esperienza: per loro sarà non solo divertente ma anche affascinante scoprire quante cose si possono fare con un semplice limone o un po’ di zucchero.

Iniziamo…

Aglio contro i parassiti delle piante

Occorrente: 5 spicchi d’aglio, 1 litro d’acqua.
Pestate a poltiglia l’aglio. Fate bollire l’acqua quindi versatela sulla poltiglia di aglio. Mescolate, coprite e lasciate in infusione per 24 ore. Filtrate e travasate in una bottiglia a spruzzo. Spruzzate l’infuso sulle piante colpite da parassiti una volta al giorno per tre giorni. Ripetete il trattamento ogni due settimane, fino a guarigione.

Detergente al limone per i piatti e per la casa

Occorrente: 3 limoni a buccia spessa, 200 g di sale fino, 100 ml d’aceto bianco.
Tagliate a pezzi i limoni (con buccia e semi) e frullateli ad alta velocità insieme al sale e all’aceto. Si deve ottenere una crema liscia. Questa crema si può usare come detersivo per lavastoviglie o per stoviglie a mano, come detergente anticalcare o antibatterico per rubinetterie, lavelli e sanitari, come detergente o deodorante per taglieri e piani di lavoro. In lavastoviglie: mettete 2 cucchiai di crema nel cassettino del detersivo e chiudetelo. Non preoccupatevi se la crema trabocca un po’. Per tutte le altre applicazioni si usa in questo modo: mettete un po’ di crema sulla spugnetta inumidita, passate sulla superficie da pulire e risciacquate. È anche molto profumata.

Zucchero e bicarbonato contro gli scarafaggi

Occorrente: pari quantità di zucchero bianco e di bicarbonato.
Mescolate insieme zucchero e bicarbonato. Spargete il preparato nei punti di passaggio degli scarafaggi, in angoli e fessure, sotto il battiscopa e dietro i mobili.

Carta moschicida con zucchero e malto

Occorrente: 2 cucchiai rasi di zucchero bianco, 1 cucchiaio di malto d’orzo, 2 cucchiai d’acqua, 1 piccolo osso di pollo oppure una pezzetto di lisca di pesce, 1 striscia di carta da pacco lunga 50 centimetri e larga 15.
Mettete in un pentolino lo zucchero, il malto, l’osso o la lisca e l’acqua, portate a ebollizione e fate cuocere per 1 minuto mescolando. Eliminate l’osso e la lisca. Lasciate intiepidire quindi spalmate lo sciroppo sulla striscia di carta. Appendete la striscia al soffitto o al lampadario, in modo che penzoli al centro della stanza.

Vino e succo di mele contro i moscerini

Occorrente: 1 bicchiere di vetro, vino rosso, succo di mele, pellicola per alimenti, nastro isolante, uno spiedino.
Versate nel bicchiere un dito di vino e un dito di succo di mele. Coprite con la pellicola ben tesa, fissandola intorno al bicchiere con il nastro isolante. Praticate 6 o 7 buchi nella pellicola con lo spiedino. Lasciate il bicchiere vicino alla zona infestata: i moscerini, attirati dal vino e dal succo, si infileranno nella trappola ma non sapranno più uscire. Quando la superficie del liquido sarà piena di moscerini, gettate via il liquido e rinnovate la trappola.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here