Alla vigilia del debutto di VinitalyBio


Il salone dedicato al vino biologico certificato frutto della collaborazione fra Verona Fiere e Federbio è alla sua prima edizione, dal 6 al 9 aprile

Grandi novità a Vinitaly 2014: uno spazio espositivo – si legge in un comunicato stampa di Federbio - dedicato al vino biologico, organizzato da Vinitaly grazie alla collaborazione di FederBio. In scena aziende produttrici Bio per eccellenza, che rispondono con rigore alle normative di tutela UE, raccontando storie di vini che ignorano la chimica e piegano la tecnologia al rispetto della totale naturalità. Insieme agli stand, a disposizione del pubblico, un’enoteca per la degustazione di tutti i vini bio-certificati presenti a Vinitaly. Un debutto in grande stile alla 48a edizione di Vinitaly (6 - 9 aprile 2014 - www.vinitaly.com), in un momento in cui questa nicchia produttiva sta crescendo esponenzialmente in Italia, occupando circa il 7% del vigneto nazionale (circa 57 mila ettari coltivati), dato che ci fa guadagnare il secondo posto per estensione a livello mondiale.
«La realizzazione di questo particolare progetto ci ha dato l’occasione per ampliare al vino biologico che dal 2012 conta su una specifica normativa europea la nostra offerta fieristica – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –. Inoltre, come tutte le iniziative che mettiamo in campo per le rassegne, Vinitalybio è anche pensato per favorire il business. L’accordo con FederBio prevede, infatti, un’intensa attività di incoming di buyer operanti nei mercati più interessanti del settore dei vini biologici, tra i quali emergono quello tedesco, quello svizzero e lo scandinavo».
Oltre agli stand, all’interno di Vinitalybio è allestita un’enoteca, che propone la degustazione di tutti i vini biologici presenti a Vinitaly 2014, allargando così la possibilità di partecipazione a tutte quelle aziende espositrici che propongono almeno una linea bio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here