Alimentazione ed equilibro acido-base: fondamentale per mantenersi in salute


La salute e la forma fisica dipendono in buona parte dall'equlibrio acido-base, anche se è un aspetto trascurato o poco conosciuto a molti. .Eccessi alimentari di zuccheri, grassi, farinacei, proteine animali, sale, bevande a base di caffeina, stress e vita sedentaria ci espongono continuamente al rischio di un accumulo di sostanze acide che predispongono a numerosi disturbi e malattie.

L’equilibrio acido-basico del nostro organismo passa attraverso i liquidi organici e tissutali, e la nostra salute dipende dalla capacità del nostro corpo di mantenere questo equilibrio.
Spesso, anche da chi promuove stili di vita e regimi alimentari salutistici, questo aspetto viene trascurato e molte persone non ne conoscono neppure la sua importanza. Eppure l’equilibrio acido base è un requisito fondamentale per la nostra salute. Il disequilibrio acido-base può causare stati infiammatori che a loro volta generano disturbi e malattie.

Cosa può generare questo disequilibrio? Sicuramente un’alimentazione non equilibrata, oltre a cattive abitudini, generano uno stato di acidosi tissutale che favorisce l’insorgenza di stati infiammatori.

L’equilibrio acido-basico si può ottenere sia con una corretta alimentazione, ricca di frutta e verdura, sia con la riduzione di cibi acidificanti e l’incremento di quelli alcalinizzanti. Un aspetto importante da considerare è anche l’assunzione di integratori alcalinizzanti, bisogna però non limitarsi ad assumere sostanze compensative, ma vanno apportati cambiamenti al nostro regime alimentare e ai nostri stili di vita, prima di tutto.

Stress, sedentarietà, eccesso di zuccheri semplici, farinacei, grassi, proteine animali, carni, formaggi, sale, caffè, bevande a base di cola  ci  portano sempre più frequentemente, e inconsapevolmente, a un accumulo progressivo di sostanze acide con la conseguente predisposizione a numerosi disturbi e malattie quali stanchezza, mal di testa, dolori articolari, osteoporosi.

Per ristabilire il corretto equilibrio acido-base vanno adottate misure alimentari  corrette (apporto di verdura e frutta fresca di stagione, alimenti integrali e biologici, olio di oliva) e un salutare stile di vita, nel quale dare spazio a movimento regolare, riposo e sonno adeguati.

I valori del Ph nel sangue variano a seconda dei diversi tessuti del corpo Con il termine omeostasi si indica l’insieme delle reazioni che mette in atto l’organismo per mantenere inalterato il proprio ambiente interno. I meccanismi che permettono di mantenere valori costanti di acidità e basicità nei vari tessuti, sono particolarmente complessi e delicati. Per esempio la saliva ha un Ph quasi neutro, mentre il succo gastrico ha il valore più acido in assoluto nell’organismo. Nell’intestino poi il Ph varia a seconda dei segmenti. Questo per darci un’idea che quando si parla di equilibrio acido-base non lo si può interpretare in modo semplicistico.

Queste cartine presentano una scala di valori da 4,5 a 7,5 che viene segnalata da una gamma cromatica. Se misuriamo il Ph delle urine quando il valore che appare è inferiore a 7 significa che il Ph del nostro organismo è acido. Per la saliva il parametro di acidità a cui ci si deve riferire si attesta su 6,8.

E’ un parametro molto importante da tenere sotto controllo quello dell’equilibrio acido-base e quasi sempre persino dai medici viene scarsamente preso in considerazione. Per  conoscere i propri valori rispetto all’equlibrio acido-base, e dell’eventuale tendenza al’acidificazione dei tessuti, è sufficiente utilizzare la cartina tornasole che ci permette di misurare il Ph delle urine e della saliva. Si trova facilmente in farmacia.

E’ un valore fondamentale quello acido-basico anche per chi soffre di allergie che rappresentano una reazione esagerata dell’organismo rispetto all’ambiente, generata da picchi di istaminici dovuti a stati infiammatori del corpo. Le allergie, ognuna con la sua peculiarità, devono richiedere trattamenti specifici, ma è indubbio che possano trovare miglioramento o, in alcuni casi,  anche risoluzione,  riequlibrando il valore acido-base dell’organismo.

Bruno Brigo medico chirurgo specializzato in omeopatia e fitoterapia  ha approfondito quato interessante argomento in un volume tascabile “La dieta acido-base” edito da Tecniche Nuove, che in modo breve, ma esaustivo, riassume quali buone regole alimentari adottare, quali integratori assumere e quali strategie adottare per mantenere l’equilibrio acido base.

Per mantenersi in buona salute è importante conoscere e non sottovalutare questo parametro dell’organismo. Nel libro potete trovare anche una comoda tabella da consultare, quella del PRAL ( Potential Renal Acid Load), che permette di stabilire se gli alimenti che assumiamo apportano acidità o alcalinità al nostro organismo.

Per acquistare il tascabile “La dieta acido-base”, della Collana Salute e Vita, potete cliccare qui

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here